Pasqua

Le celebrazioni del Triduo Pasquale hanno inizio il Giovedì Santo pomeriggio con la Missa in Coena Domini e la lavanda dei piedi, che seguiremo attraverso i vangeli di Matteo e Giovanni.

La Missa in Coena Domini, cioè la Cena del Signore, ricorda l’ultima cena di Gesù insieme ai suoi discepoli, momento fondante per la nostra fede e per la nostra Chiesa. Gesù è raccolto insieme ai suoi per l‘ultima volta. Li saluta, li consacra, li rincuora, da’ loro ... continua

  • Giovedì Santo (14 aprile):
  • Venerdì Santo (15 aprile):
    • ore 15 Via Crucis (in chiesa)
    • ore 18.30 Azione liturgica della Passione (in chiesa) (qui un approfondimento)
    • ore 20.30 Via Crucis preparata e animata dal Coro della comunità di santa Croce (in chiesa)
  • Sabato Santo (16 aprile):
    • ore 9.30-12 e 16-18.30 confessioni (in chiesa)
    • ore
... continua

La Messa delle 10:30 di Domenica 16 maggio viene trasmessa in diretta sul nostro canale YouTube.

Si chiude l’avventura terrena del Signore: Gesù “ascende” e torna “in alto” -modo ingenuo per parlare di un’altra dimensione-, ed è molto interessante seguire, questa domenica, il ‘paralleloracconto Vangelo/Atti, fra l’altro opera della medesima comunità: quella di Luca.

Tuttavia, il taglio è diverso: nel Vangelo, infatti, si chiude la storia di un Dio incarnato per Amore. In Atti ... continua

La Messa delle 10:30 sarà trasmessa in diretta sul nostro canale YouTube.

Ci stiamo incamminando, anche nelle letture, verso Pentecoste. Centrale la figura di san Paolo che racconta (Atti) la sua conversione nel processo in cui, per difendersi, invocherà il suo status di cittadino romano, il che lo condurrà poi diritto a Roma.

Paolo incarna il prototipo di un adulto convertito a 360 gradi. Conversione straordinaria che, in un modo altrettanto fuori dal comune, farà di lui ‘il’ missionario del ... continua

Giornata di sensibilizzazione per il sostegno della Chiesa Cattolica

La Messa delle 10:30 viene trasmessa in diretta sul canale YouTube della parrocchia.

Questa domenica, letture molto impegnative iniziando dal vangelo di Giovanni: si tratta infatti delle ultime parole dette da Gesù prima della Passione. Parole molto importanti, lasciate ai discepoli in quello che possiamo considerare il suo ‘testamento’. E tuttavia parole che si collocano in un lungo colloquio in cui Gesù ha un solo interlocutore: il ... continua

Giornata mondiale per le vocazioni.

La Messa delle 10:30 viene trasmessa in diretta su YouTube.

Molto succinte le letture di questa domenica: però molto interessanti. Occorre iniziare dal vangelo: che fa memoria del passato, ma parla sempre ‘al presente’… Infatti, siamo noi, oggi, le “pecore” di cui parla Gesù con questa bellissima immagine di discepoli intenti a seguire da vicino il Maestro e Pastore di cui ascoltiamo la voce, che ci conosce profondamente, e ci ... continua

La Messa delle 10:30 viene trasmessa in diretta su YouTube.

Quante volte l’uomo si è chiesto come raffigurarsi un Dio che sentiamo comunque ‘Altro’! Nel vangelo di Giovanni di questa domenica, Gesù lo spiega in modo molto chiaro. Il volto che possiamo conoscere è il suo: “se avete conosciuto me, conoscerete anche il Padre” perché “chi ha visto me, ha visto anche il Padre mio”. Il volto di Dio è dunque per noi, innanzitutto, ... continua

La Messa delle 10:30 viene trasmessa in diretta su YouTube.

Una domenica speciale che parla di un cristianesimo appena nato che si stava diffondendo grazie alla conversione di adulti. Anche allora c’era una ‘iniziazione’: quella dei cosiddetti ‘catecumeni’ (in greco ‘coloro che vengono istruiti’). Il loro percorso finiva nella veglia di Pasqua, “passaggio” per gli ebrei dalla schiavitù d’Egitto alla libertà, e per i Cristiani “passaggio” dalle tenebre alla luce, e dalla morte a una vita senza fine, ... continua

Le due prime letture appartengono ormai entrambe – e non a caso – agli Atti degli Apostoli, cioè alla storia della primissima comunità cristiana, per tradizione ascritta alla comunità legata a Luca, e alla missione di Paolo, primo grande missionario. La prima ricorda esattamente l’inizio della vita della Chiesa: narra dunque come Gesù si mostri vivo ai suoi ‘discepoli’, cioè seguaci del Maestro, ormai divenuti ‘apostoli’, non a caso ‘inviati’ a testimoniare, con la forza dello Spirito ... continua

... continua