Liturgia

Di nuovo torniamo idealmente alla creazione e al progetto, immediatamente tradito, di Dio sul mondo e sull’umanità. Domenica scorsa, il peccato di Adamo ed Eva. Oggi il primo omicidio. Simbolicamente fra due fratelli: ma non siamo tutti fratelli perché figli dello stesso Padre? Ancora una volta il grido di Dio: “Che hai fatto?”. E la risposta di sempre: “Sono forse il custode di mio fratello?”. È difficile non pensare alla violenza e alla miseria che ... continua

Oggi, la liturgia ci fa tornare alle origini di tutto. L’uomo, e la donna, il progetto originale di Dio su una umanità che gli era parsa “molto buona” e che subito va, invece, per tutt’altre strade. Perché la ‘tentazione’ c’è, e fa sempre sembrare ‘bello’ e ‘buono’ ciò che non lo è… Ma c’è anche la libertà di scegliere fra “il  bene e il male”: e di scoprire, alla fine, che si è “nudi”. ... continua

Questa festa liturgica chiude il tempo in cui, ogni anno, la Chiesa ci riporta ai fondamentali della nostra fede: Settimana Santa, Pasqua, Ascensione, Pentecoste. Gesù lascia i suoi, ma sarà per sempre fra noi grazie allo Spirito, e insieme al mistero di un sacrificio che si rinnova a ogni celebrazione della Messa. Le letture sono non a caso brevi, perché concentrate su una alleanza ‘eterna’ che sfida il tempo e si rinnova nei secoli.

Che cosa ... continua

Il Dio dei Cristiani è molto speciale e ‘misterioso’: un Dio che si presenta come una ‘comunità di amore’, appunto la Trinità. Le letture di questa domenica cercano di aiutarci a capirlo meglio. Innanzitutto, occorre notare che anche nell’Antico Testamento esistevano elementi che parlavano di questo “Signore” molto particolare. In tutto il brano di Genesi troviamo infatti continuamente la sovrapposizione di verbi al singolare e al plurale: “tre uomini”, ma “mio signore ... continua

Pentecoste: un momento importantissimo e ‘fondante’ per la nostra Chiesa e per ogni credente… Lo si capisce perfettamente iniziando dal vangelo. Nel lungo ‘addio’ fatto da Gesù ai suoi sapendo che li lascerà presto, possiamo cogliere parole dirette oggi a noi, personalmente e come comunità di fedeli: “Non vi lascerò orfani: verrò da voi”. Come però? Infatti, Gesù, come uomo, necessariamente è vissuto in un luogo e in un tempo determinato. Dunque, solo lo Spirito ... continua

Processione della Madonna il 31 maggio 2022

Carissimi amici di santa Croce, martedì 31 maggio ritorneremo a vivere un momento importante di devozione alla Madonna del perpetuo Soccorso con la tradizionale processione che ogni anno si faceva nel territorio di santa Croce. Da due anni questa bella iniziativa non si poteva realizzare a causa del Covid 19 che ha frenato molte delle nostre attività.
Quest’anno finalmente ritorneremo a camminare per le strade della nostra parrocchia per chiedere alla Vergine santa che ci accompagni nel nostro cammino spesso ... continua

Interessante il distacco di Gesù dai discepoli visto in modo antitetico alla fine del vangelo –  e quindi alla ‘chiusura’ della sua vicenda terrena -, e all’inizio della vita della piccolissima chiesa nascente: entrambi i passi, fra l’altro, per mano della stessa persona: Luca.

Nel vangelo, è Gesù che prende l’iniziativa. Gli undici sono insieme, al chiuso, spaventati. E credono di vedere un fantasma. Hanno paura. E dubitano. Un po’come noi: possibile? E il Signore, come con Tommaso, ... continua

31 maggio - Processione della Madonna del Perpetuo Soccorso

Il 31 maggio, festa della Visitazione di Maria ad Elisabetta, si terrà la processione della Madonna del Perpetuo Soccorso.

L’appuntamento è alle 20:30 in piazzale Dateo 5.

La processione percorrerà via Uberti, viale Giustiniano, via Gaio, piazza Novelli, via Sidoli e si concluderà in chiesa.


Preghiera a Maria
Maria, madre di Gesù, dammi il tuo cuore,
così bello, così puro, così immacolato,
così pieno d’amore e umiltà:
rendimi capace di ricevere Gesù nel pane della vita,
amarlo come lo amasti ... continua

Iniziamo dal vangelo. Gesù sta vivendo gli ultimi momenti con i suoi discepoli. Li prepara alla dura prova attraverso cui egli passerà: ma che sconvolgerà anche le loro vite. E li consola: il dolore della separazione, il dramma della Passione lascerà però spazio alla gioia di saperlo per sempre vicino… Perché Gesù ha spalancato per noi l’orizzonte di una vita senza fine.

E questo sarà chiaro soprattutto quando sarà dato loro lo Spirito: la nuova modalità ... continua