Liturgia

3 marzo - Terza Domenica di Quaresima, di Abramo

Questa domenica la nostra attenzione va a due parole che troviamo nella ‘cronaca’ tutti i giorni in un mondo provato da ingiustizie, povertà, violenza, guerra, morte: libertà e verità. Entrambe sempre più ‘negate’. Ma, come si vede, sono i problemi di ogni epoca: connessi al ‘peccato originale’ di una umanità che vuole sempre gestirsi da sola, ha infiniti “idoli” ai quali ogni giorno tanti, tanti, troppi, vengono “sacrificati”. Lo leggiamo e vediamo ogni giorno… Può Dio averci dimenticato? Ci sarà ... continua

25 febbraio - Seconda Domenica di Quaresima, della Samaritana

La liturgia ambrosiana propone sempre le stesse letture durante la Quaresima: quindi le conosciamo molto bene tutte. Eppure ogni volta sono capaci di dirci qualche cosa di nuovo. Possiamo iniziare dal Deuteronomio, e dalla prima alleanza di Dio con il popolo di Israele. Lo “Shemà Israel”: “Ascolta Israele”… Le “regole di vita” dell’Antico Testamento, al quale Gesù ha portato la novità della prospettiva dell’amore incondizionato di Dio per l’umanità, tanto da incarnarsi e morire per questo.

Ed ecco il Signore ... continua

18 febbraio - Domenica all’inizio di Quaresima

Inizia il cammino di riflessione che ci condurrà ancora una volta sotto la Croce, terminando però davanti a un sepolcro ‘vuoto’ e alla vittoria sul peccato e morte. E, come sempre, le letture di questa domenica ci ‘scuotono’, richiamando la nostra attenzione a quello che davvero deve avere peso nella strada della nostra vita…

Cominciando da questo bellissimo brano di Isaia, che ci parla di un Dio molto vicino: nella nostra esistenza come nei fatti del mondo. Che conosce quanto ... continua

Ultima Domenica dopo l’Epifania, giornata mondiale del malato.

Abbiamo appena riflettuto la scorsa settimana sulla immagine di Dio in Osea: un Dio testardamente innamorato di questa umanità infedele…Riproposta di nuovo oggi da Isaia: un Dio che si arrabbia, e qualche volta -quando esageriamo- ci “abbandona” anche. Ma solo “per un breve istante”, sempre pronto a riaccoglierci con immenso amore”. 

Tuttavia, la parabola riportata da Luca pone un ‘limite’ a questa “alleanza di pace” che non “vacilla”. E il limite ... continua

Penultima Domenica dopo l’Epifania, Giornata nazionale per la Vita

Questa domenica possiamo partire dal sentito rimprovero di san Paolo: “Chi vi ha incantati?”. Sì: perché è così difficile seguire il Signore? Eppure, abbiamo ricevuto lo Spirito, anche noi come i Galati, e abbiamo spesso “ascoltato la parola della fede”! Invece, guardandoci intorno, quanto male…

Possiamo usare i versetti di Osea su cui Orazio Antoniazzi ci ha fatto riflettere pochi giorni fa: è che il nostro amore per Dio è “come ... continua

Festa della famiglia (dettagli qui).

Una domenica molto particolare, questa, che suggerisce riflessioni differenti, come è comprensibile trattandosi di una famiglia molto particolare. Stiamo infatti parlando di una famiglia umana e insieme di Dio.

Un Dio “veramente nascosto” come dice Isaia? E come può allora diventare “salvatore”? La risposta viene dal vangelo, da questo Gesù diventato adolescente, che comincia a capire qualcosa di più della sua ‘missione’: “occuparsi delle cose” di suo Padre.

E san Paolo va ovviamente ... continua

Questa domenica, largo spazio a cibo e bevande. Si potrebbe vivere senza? Ovviamente no. E nella vita spirituale? Le due prime letture riguardano un momento drammatico del popolo di Israele: appena liberato dall’Egitto, ma alle prese con un deserto in cui la strada si è smarrita. La schiavitù è alle spalle: e ci sarebbe da rallegrarsi. Oppure, alla fine, la vita da schiavi non era poi così male? Il deserto come la vita, con i suoi problemi e le sue ... continua

L’inizio della vita pubblica di Gesù avviene nel contesto festoso e conviviale di un matrimonio e coincide anche con il primo ‘segno’ della sua “gloria”. Non a caso, anche il bellissimo testo di Isaia parla di uno straordinario “banchetto di grasse vivande, cibi succulenti, vini eccellenti e raffinati” per indicare in un modo umanamente comprensibile la fraternità, gioia, benessere, vita, pace, che ci attendono nel suo ‘Regno’. E questo sarà “per tutti i popoli”: perché Dio vuole una fratellanza e ... continua

Possiamo ancora partire da Isaia e da questa visione profetica capace di parlare al credente di ogni tempo: “cercate il Signore mentre si fa trovare, invocatelo, mentre è vicino”. Ma, dove sei, Signore, in questo tempo così difficile: e ogni giorno anche di più…

Signore, tu ti sei già “fatto trovare”: sei venuto, e sei stato riconosciuto nella sua divinità da Giovanni, come testimonia Marco. Venuto fra gli uomini come ogni uomo, e come ebreo del suo tempo. Portato al ... continua