Liturgia

Domenica in albis depositis

Tempo di Pasqua, tempo della Chiesa… Eccezionalmente, infatti tutte due le letture vengono dal Nuovo Testamento. 

Tuttavia, dobbiamo iniziare da Giovanni, che parla anche alle ‘difficoltà’ di oggi nel ‘credere’. Tommaso, nostro fratello maggiore in questo: “Se non vedo… Se non metto: io non credo”. Gesù lo ‘sfida’: “coraggio… metti”! E il discepolo risponde con uno straordinario atto di fede.

E noi, che facciamo parte di quelli che non c’erano, e non ci sarebbero mai più ... continua

31 marzo - Domenica di Pasqua, nella Risurrezione del Signore

Lettura degli Atti degli Apostoli (At 1, 1-8a)
Nel primo racconto, o Teòfilo, ho trattato di tutto quello che Gesù fece e insegnò dagli inizi fino al giorno in cui fu assunto in cielo, dopo aver dato disposizioni agli apostoli che si era scelti per mezzo dello Spirito Santo. Egli si mostrò a essi vivo, dopo la sua passione, con molte prove, durante quaranta giorni, apparendo loro e parlando delle cose riguardanti il regno di Dio. Mentre si trovava a ... continua

Veglia Pasquale

Come sappiamo, la liturgia della veglia pasquale – fondamento della nostra fede – è particolarmente ricca di simboli e di letture che hanno l’intento di farci ripercorrere l’intera storia della salvezza dall’inizio del tempo, della storia, del creato, e dell’umanità. Dunque Genesi (i sette giorni della creazione più il riposo di Dio nel ‘sabato’); poi la prima ‘alleanza’ con Abramo, padre di ogni ‘fede’; quindi la liberazione del popolo dalla schiavitù in Egitto e la figura ... continua

Viviamo con intensità il Giovedì Santo con la Missa in Coena Domini, il Venerdì con la Passione, e poi la Veglia della Pasqua di Risurrezione. E il Sabato Santo?

“Dio mio, Dio mio, perché…?”. Gesù è morto, apparentemente abbandonato anche da Dio: giorno di smarrimento, dolore, silenzio. Silenzio di Dio. Assenza di Di. In genere, ci limitiamo a qualche visita in chiesa. Invece, vale la pena di ‘viverlo’, perché ha avuto la sua concretezza.

I discepoli ... continua

Celebrazione vespertina nella cena del Signore

Siamo giunti al cuore della nostra fede: l’Ultima Cena, fondazione della Chiesa. La liturgia normalmente inizia dalla lavanda dei piedi degli apostoli, che appartiene alla ‘narrazione’ del vangelo di Giovanni. Un momento di grande significato in cui Gesù in persona indica che la Chiesa, in quel momento costituita dai Dodici, deve essere basata sul “servizio” (la Chiesa del “grembiule”, come diceva Tonino Bello!) e sentire l’esempio del Maestro come ... continua

Celebrazione della Passione del Signore

Con la liturgia del Giovedì Santo abbiamo accompagnato il Signore sino alla profondissima prigione di Caifa, scavata nella roccia e ancora visitabile a Gerusalemme nella chiesa di San Pietro in Gallicantu, dove egli ha passato una cupa notte in solitudine e catene, come anche oggi i tanti perseguitati della terra…

Nella liturgia del Venerdì Santo, lo seguiremo portato al Pretorio, per concludere il processo davanti al tribunale civile. Il governatore Pilato cercherà di ... continua

Domenica delle Palme, 24 marzo

  • Santa Messa preceduta dalla benedizione dei rami d’ulivo in Oratorio (via Sidoli 8) e processione: ore 10:15 [dettagli QUI]
  • Sante Messe con orario festivo: 9:00, 12:00 e 18:30 [dettagli QUI]

Giovedì, Venerdì, Sabato

  • Lodi: ore 8:00

Giovedì santo, 28 marzo

  • Celebrazione vespertina nella cena del Signore: ore 18:30 [dettagli QUI]
  • a seguire Adorazione fino alle ore 22:00
  • dalle 21:00, curata dal Gruppo delle Preghiere, in chiesa: Andando verso il
... continua
Venerdì 22 marzo - Via Crucis cittadina 2024

Venerdì 22 marzo, dalle ore 20:45 abbiamo percorso la Via Crucis cittadina in viale Argonne,
con partenza dalla nostra chiesa di Santa Croce e conclusione nella basilica dei Santi Martiri Nereo e Achilleo.
Ha presieduto la Via Crucis l’Arcivescovo, monsignor Mario Delpini.

A cura dei servizi di comunicazione della Diocesi:

... continua
24 marzo - Domenica delle Palme, Messa con processione

A Santa Croce questa Messa unita alla benedizione dei rami d’ulivo in Oratorio e processione viene celebrata Domenica alle 10:30, con appuntamento in Oratorio alle 10:15.
La Messa del giorno della Palme viene celebrata Sabato alle 18:30, e Domenica alle 9:00, 12:00, 18:30. 

Tradizionalmente, la domenica ‘delle Palme’ costituisce come la cerniera fra la liturgia quaresimale e la settimana santa. Infatti, seguendo la narrazione dei vangeli distingue due momenti: il primo, gioioso, dell’entrata in Gerusalemme di questo profeta ... continua

A Santa Croce questa Messa del giorno della Palme viene celebrata Sabato alle 18:30, e Domenica alle 9:00, 12:00, 18:30.
Domenica alle 10:30 viene celebrata la Messa preceduta dalla benedizione dei rami d’ulivo in Oratorio e processione (ore 10:15).

Tradizionalmente, la domenica ‘delle Palme’ costituisce come la cerniera fra la liturgia quaresimale e la settimana santa. Infatti, seguendo la narrazione dei vangeli distingue due momenti: il primo, gioioso, dell’entrata in Gerusalemme di questo profeta capace di ... continua